PATENTI MOTO: CHE CONFUSIONE!!!

posto-di-blocco-vigili-polizia-municipale-copia

Per guidare la moto o lo scooter esistono diversi tipi di patente: la lettera che contraddistingue le patenti per la moto è la A, ma anche i titolari di patente B conseguita prima del 1986 ????????????????????????????????????possono guidare qualunque tipo di due ruote (quelli che l’hanno ottenuta successivamente possono guidare mezzi fino a 125 cc e 11 kW ma solo in Italia).

 

Per quanto riguarda la patente per la moto si parte quindi dalla AM che permette di guidare i cinquantini fino ad arrivare alla A3, che permette di guidare qualsiasi motocicletta senza nessun tipo di limitazione.

 

  • PATENTE AM   –  14 anni

Dal 19/01/2013 non viene più rilasciato il “patentino per i ciclomotori”, ma per poter guidare un cinquantino bisogna ottenere la patente AM che permette anche di trasportare un passeggero, ma solo una volta compiuti 16 anni.

La patente AM si può conseguire a partire da 14 anni e permette di guidare ciclomotori a 2 o 3 ruote con velocità massima di 45 km/h, cilindrata inferiore 50 cc e potenza inferiore a 4 kW.

  • PATENTE A1   – 16 anni
    La A1 si può conseguire a partire dai 16 anni e consente di guidare motoveicoli di cilindrata non superiore ai 125 cc con potenza contenuta entro gli 11 kW (con un rapporto potenza/peso di 0,1 kW/kg) e tricicli con non più di 15 kW. Con la patente A1 è possibile il trasporto di un passeggero.
    Non è obbligatorio usare una moto a marce, ma se si usa un mezzo col cambio automatico, la patente è limitata ai “senza marce”.

 

  • PATENTE A2   –  18 annidsc_0010

Sono necessari almeno 18 anni per poter ottenere la patente A2, che poi consente di condurre moto e scooter fino a 35 kW (o con rapporto peso/potenza di 0,2 kW/kg). Per questo le Case produttrici depotenziano alcuni modelli per consentirne la guida ai possessori di patente A2, bisogna però tener conto che la potenza massima in origine di questi modelli non può essere superiore ai 70 kW. Vale quindi lo stesso discorso fatto per la A1: non è obbligatorio usare una moto a marce, ma se si usa un mezzo col cambio automatico, la patente è limitata ai “senza marce”.

 

  • PATENTE A3 O A LIBERA  –  20 anni
    La patente A3 permette di guidare moto senza alcun limite di cilindrata e di potenza e può essere conseguita a partire dal 20° anno di età solo se si è già in possesso della patente A2 da almeno due anni; diversamente bisognerà aspettare i 24 anni. Se il candidato è già in possesso di un’altra patente (A1, A2, B), per poter conseguire la???????????????????????????????????? patente A gli sarà sufficiente sostenere un esame pratico; in caso contrario – cioè se non si “arriva” da nessun’altra patente o se si possiede la AM – dovrà sottoporsi ad un esame teorico (i quiz sono gli stessi anche per le categorie A1 e A2) e successivamente ad un esame pratico che deve essere eseguito con una moto di almeno 600 cc di cilindrata con potenza di almeno 40 kW.

 

 

Riassumendo, si potranno guidare, possedendo la patente adeguata:

  • 14 anni: veicoli della categoria AM solo in Italia ed è proibito trasportare passeggeri – 50cc
  • 16 anni: veicoli della categoria A1 ed è consentito trasportare passeggeri – 125cc
  • 18 anni: veicoli della categoria AM e A1; veicoli della patente A2 – fino a 35 kw
  • 20 anni: veicoli della patente A, se il conducente è titolare di patente di guida A2 da almeno 2 anni e sostenendo un esame pratico  con veicolo adeguato TUTTE LE POTENZE
  • 24 anni: veicoli della patente A (accesso diretto, senza precedenti titoli di guida di categoria A)  TUTTE LE POTENZE

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *